L’Ernia Addominale Inguinale

Sono circa 150.000 gli interventi che ogni anno vengono effettuati in Italia  per ernia addominale inguinale.Negli ultimi 10 anni, grazie ai progressi conseguiti in campo chirurgico e anestesiologico, si e’ reso possibile diminuire drasticamente sia i tempi di ripresa post intervento sia le recidive. A milano in particolare, culla delle sopraccitate innovazioni, grazie al Prof Campanelli e’ possibile essere operati ambulatoriamente in anestesia locale con mini incisioni e protesi “adHoc”.

Per definizione l’ernia e’ la fuoriuscita di anse intestinali e del grasso che le ricopre o del sacco che le contiene dalla cavita’ addominale attraverso un buco della parete muscolare.

Esisto no vari tipi di ernia addominali ( e riguardano tutte la parete anteriore  dell’addome):

–       ernia ombelicale congenita o aquisita si fa strada attraverso il forame ombelicale

–       ernia epigastrica nella parete superiore dell’addome

–       ernia crurale (o femorale) alla radice della coscia in prossimita’ dei vasi femorali

–       ernie inguinale, che sono le piu’ frequenti, sono la fuoriuscita di un viscere attraverso il canale inguinale, sede anatomica del funicolo spermatico nell’uomo e del legamento rotondo dell’utero nella donna. In presenza di ernia, questo canale cede e, oltre alle strutture sopraccitate, lascia passare anche parte dell’intestino.

Come spesso si sente dire l’ernia inguinale non e’ una malattia ereditaria anche se esiste una certa predisposizione familiare, ma e’ una “ congenita” debolezza dei tessuti della parete addominale. Si presenta solitamente come un gonfiore anomalo in sede inguinale, di consistenza elastica, spesso insorge dopo uno sforzo e, oltre che visivamente si fa notare per una serie di sintomi associati quali bruciore, calore, senso di peso fino ad arrivare a vero e proprio dolore. E’ una patologia che non puo’ guarire se non dopo intervento chirurgico e tendenzialmente tende a peggiorare col tempo fino a ingrossarsi e dare a volte gravi complicanze come lo strozzamento.  Tale complicanza consiste nella fuoriuscita del viscere attraverso il canale inguinale seguita dall’impossibilita’ di rientrarvi ; in questo caso e’ necessario un intervento in urgenza per scongiurare il rischio alto di necrosi del viscere , a causa  della compromessa circolazione ematica  e conseguente resezione intestinale.

 

La cura dell’ernia e’ solo chirurgica e consiste in una riparazione del buco che ha consentito all’intestino di fuoriuscire.

Con i progressi della tecnica chirurgica e’ possibile effettuare l’intervento effettuando microincisioni  ( circa 3 cm) che spesso non richiedono nemmeno i punti di sutura, il tutto in anestesia locale scongiurando in persone anziane o comunque a rischio per patologie e terapie mediche croniche, il rischio di una anestesia generale.

L’intervento consiste nella riparazione del buco con protesi su misura per ciascun tipo d’ernia e la possibilita’ di tornare al proprio domicilio il giorno stesso dell’intervento. Infatti , circa nel 95% dei casi, e’ possibile operare i Pazienti in D.H. in anestesia locale. Il tipo di anestesia verra’ discusso prima dell’intervento dal Paziente con il chirurgo e l’anestesista e la decisione finale sara’ presa anche in base alle patologie associate, eventuali sindromi “ ansiose.

La chirurgia laparoscopica dell’ernia invece e’ riservata in pz affetti da ernie plurirecidive.

Fatta da un chirurgo esperto, l’anestesia locale garantisce al paziente l’assenza di dolore durante tutta la durata dell’intervento chirurgico, questo mediante piccole iniezioni di sostanza anestetica  somministrate durante l’intervento, a vari livelli. Il pz sentira’ infatti toccare, tirare, premere, stringere ma mai male. L’effetto di queste iniezioni anestetiche durera’ per qualche ora anche dopo la fine dell’intervento, permettendo al Paziente di potersi muovere subito agevolmente e rientrare autonomamente al proprio domicilio. Al Paziente prima delle dimissioni verranno fornite tutte le indicazioni utili pratiche da seguire nei giorni successivi all’intervento fino alla prima visita di controllo post operatoria ( solitamente a distanza di circa 7gg) , nonche’ gli eventuali effetti collaterali dell’intervento, i presidi farmacologici da adottare in caso di sintomatologia dolorosa e infine i recapiti telefonici di tutti i membri dell’equipe chirurgica in modo di consentirne l’immediata reperibilita’ in qualsiasi ora del giorno e della notte. Passate le prime 24 h dall’intervento, il Paziente riprendera’ gradualmente la normale attivita’ quotidiana compresa quella lavorativa.

La tecnica chirurgica descritta fino ad ora e’ detta “ TENSION FREE” proprio perche’ le reti usate per la riparazione dell’ernia, in linea di massima non necessitano di punti di sutura e non inducono nessuna tensione sui tessuti vicini. Tali protesi, ormai di diversi materiali, dimensioni forme e spessori, vengono usate dal chirurgo esperto a secondo del tipo d’ernia, in pratica vengono “modellate” sul tavolo operatorio su misura per il Paziente.

Attualmente l’equipe del Prof. Campanelli sta effettuando uno studio tutto italiano sulla possibilita’ di usare durante l’intervento chirurgico una colla di fibrina per fissare la rete e quindi  ridurre ulteriormente eventuali “fastidi” post intervento quali parestesie, dolore etc…. La colla di fibrina e’ infatti un materiale derivato dal sangue, assolutamente innocuo, senza nessuna reazione di rigetto, gia’ utilizzato da anni in altri campi chirurgici, e gia’ dai primi dati si conferma l’ottimismo iniziale degli addetti ai lavori.

Privacy & Cookies
Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Quindi, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookies tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti. Puoi trovare maggiori informazioni sulla privacy& Cookie policy di questo sito qui:
Privacy policy

Manara Medical Center

Via L. Manara, 15
20122 Milano
Tel : 02 / 49 45 13 54
Fax: 02 / 49 45 67 05
Prenotazioni promozioni online:
333-321-4838

Servizio Infermieristico

E' disponibile sia presso il centro che a domicilio su prenotazione

Categorie
Stats