Spalla congelata: quando la spalla è in una situazione di dolore acuto ed ogni movimento è impossibilitato

Con aumentata frequenza negli ultimi tempi, capita che le persone si rivolgano al proprio medico lamentando dolore alla spalla.

Spesso viene definito non tanto come dolore localizzato all’articolazione (a livello della testa dell’omero) ma come dolore al braccio, in zona bicipitale o lateralmente ad esso. Ma questa manifestazione del dolore è soltanto una sorta di “dolore riferito”: ovvero un errore di interpretazione da parte del nostro cervello della stimolazione dolorosa che parte dall’articolazione della spalla e che porta il messaggio “qui c’è qualcosa che non va”, ma che viene letto a livello centrale come “nel braccio c’è qualcosa che non va”. Entrare nel dettaglio di questo meccanismo è complesso e noiso, mentre al paziente serve solo sapere che questo si verifica perchè le strutture della spalla e del braccio ricevono le stimolazioni (per la sensibilità agli stimoli dolorosi e per il movimento) da porzioni del sistema nervoso molto simili e vicine tra loro; e diventa pertanto più semplice pensare che così si possa generare un errore.

Tornando alla spalla congelata, essa è dolorosa in maniera spesso diffusa, non ben localizzata.

Fa male di giorno, di notte, col riposo o col movimento, stando a sentire quello che riferisce il paziente. Ma indagando con attenzione, il dolore è maggiormente legato a quando lo stesso paziente muove la spalla: spalla che però non ha più ampi gradi di movimento, anzi risulta decisamente limitata. Il paziente non riesce più a mettere il cappotto o una semplice maglietta; non riesce addirittura a pettinarsi o passarsi la spugna dietro la schiena. Pertanto il paziente, deciso a muovere la spalla come se non avesse niente, va incontro a limitazioni importanti dello stesso; provando dolore nel tentativo di superarle o anche solo avvicinandosi a quei limiti (mettendo in tensione le strutture capsulari e muscolari della spalla).

Le cause?Gli studi scientifici riportano che spesso questi episodi si devono a sofferenze pregresse e mal curate della spalla , che esacerbano in questi blocchi improvvisi in seguito ad uno sforzo banale (come sollevare un sacchetto della spesa o allacciandosi la cintura torcendo il braccio). Maggiormente riferiti sono i casi di natura traumatica, in cui i pazienti cadono direttamente sulla spalla, o indirettamente sulle mani e i polsi, trasferendo così il contraccolpo alla spalla. In entrambi i casi il paziente porta avanti questa situazione pensando che il dolore passi presto, e che tenendo un pò a riposo il braccio vada ancora meglio. SBAGLIATO.

Bisogna trattare immediatamente una spalla congelata. E attualmente le tecniche migliori sono la fisiokinesi terapia e la TECAR terapia.

La fisiokinesi terapia è volta a mobilizzare passivamente l’articolazione e, contemporaneamente, a detendere ed allungare le strutture capsulari e muscolari che si sono accorciate ed irrigidite, di conseguenza all’immobilità mantenuta dal paziente in seguito al sopraggiungere del blocco funzionale. Però il recupero non è affatto semplice e privo di dolore.

La TECAR (acronimo di trasferimento energetico capacitivo e resistivo) lavora parallelamente alla fisiokinesi, andando a favorire sopratutto la detensione capsulare profonda, tramite l’azione di trasferimento energetico che stimola il metabolismo cellulare e quindi la rigenerazione die tessuti. Inoltre promuove l’analgesia locale, rendendo la terapia fisioterapica più semplice e meno dolorosa per il paziente, facilitando così il recupero.

Privacy & Cookies
Questo sito non utilizza cookies di profilazione. Quindi, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookies tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti. Puoi trovare maggiori informazioni sulla privacy& Cookie policy di questo sito qui:
Privacy policy

Manara Medical Center

Via L. Manara, 15
20122 Milano
Tel : 02 / 49 45 13 54
Fax: 02 / 49 45 67 05
Prenotazioni promozioni online:
333-321-4838

Servizio Infermieristico

E' disponibile sia presso il centro che a domicilio su prenotazione

Categorie
Stats